170 operai della Frigostamp costringono il padrone a sospendere la cassa integrazione, 2009

0

Memoria di Classe
25 settembre 2009, Torino

170 operai della Frigostamp (azienda stampaggio lamiere) di Bruino (TO), dopo scioperi e blocchi davanti ai cancelli dell’azienda, costringono il padrone a fare marcia indietro sull’uso indiscriminato e pretestuoso della cassa integrazione.

La lotta operaia impone al padrone di trattare con il consiglio di fabbrica sospendendo le procedure di cassa integrazione a zero ore. Lo sciopero e i blocchi delle merci in entrata e uscita sono stati la risposta al clima intimidatorio che l’azienda ha tentato di mettere in campo contro l’unità operaia.

L’esperienza della Frigostamp dimostra che quando i lavoratori sono protagonisti della mobilitazione, uniti e determinati, i risultati arrivano e l’arroganza padronale deve cedere il passo alle rivendicazioni operaie. Un esempio che oggi di fronte agli attacchi del governo gialloverde e alle riforme lacrime e sangue dei governi che li hanno preceduti ci ricorda che vincere è possibile.

Share.

Comments are closed.