APRILE – donne in lotta

0

APRILE – donne in lotta

Dal calendario 2020 del Collettivo Tazebao

★ NON C’È EMANCIPAZIONE DELLA DONNA SENZA RIVOLUZIONE- NON C’È RIVOLUZIONE SENZA EMANCIPAZIONE DELLA DONNA ★

14 aprile 2018 – Esplode la rabbia delle donne indiane contro gli stupri

Il 14 aprile 2018 l’India è tornata a manifestare contro gli stupri. A scatenare la rivolta è stata la storia di Asifa Bano, una bambina di 8 anni stuprata e uccisa pochi mesi prima da un gruppo di fanatici induisti, tra cui alcuni poliziotti e un ex funzionario governativo, come atto intimidatorio nei confronti della sua famiglia nomade di religione musulmana, nel contesto della sanguinosa occupazione indiana del Kashmir .
Migliaia di persone, donne in prima fila, sono scese in piazza per manifestare per Asifa Bano, contro la violenza sulle donne, sulle bambine e contro la cultura dello stupro.

L’India è considerato il primo paese al mondo più pericoloso per le donne. Nonostante sia riconosciuta dalla stampa borghese come “la più grande democrazia del mondo” e la legge sancisca la parità di genere, la realtà delle donne indiane è molto diversa da quella della loro controparte maschile. Per le donne proletarie indiane l’oppressione di genere si unisce all’oppressione di classe e, se appartenenti a minoranze etniche e religiose, a quella nazionale e religiosa. Lo stupro è usato come mezzo di oppressione delle donne delle caste più umili; spesso vengono perpetrati direttamente da parte della soldataglia dello Stato indiano come arma di repressione soprattutto nelle zone rurali dove è in corso la guerra popolare guidata dal Partito Comunista Maoista. Le stime ufficiali sono altissime (si parla di oltre 1500 casi all’anno) e la maggior parte delle violenze continua a non essere riportata. Ma l’India è anche il più grande paese in cui moltissime donne, compagne, hanno fatto di tutto questo la leva per ribellarsi, e oggi costituiscono più del 50% dei combattenti e quindi una parte fondamentale e dirigente del processo rivoluzionario.
Le comuniste e le guerrigliere indiane sono un forte esempio per la lotta delle donne in ogni parte del mondo mettendo in atto sul campo una trasformazione continua delle idee, della cultura, del sistema familiare, di ogni aspetto della società.

Share.

Comments are closed.