I fatti di Porzus, 1945

0

Memoria di Classe
7 febbraio 1945, Porzus (UD)

I partigiani delle Brigate Garibaldi e dei Gruppi di Azione Patriottica giustiziano i traditori anticomunisti infiltrati nella Resistenza della “Brigata Osoppo”.

A dirigere la missione il padovano Mario Toffanin, nome di battaglia Comandante Giacca. Il quale, per sfuggire alla persecuzione contro i partigiani comunisti, successiva alla fine della Resistenza, è costretto all’esilio, prima in Jugoslavia e poi in Cecoslovacchia.
I fatti di Porzus sono tornati alla ribalta dopo l’uscita dell’omonimo film con il quale, al pari di quelli sulle foibe, si cerca di criminalizzare il ruolo dei comunisti nella lotta di liberazione nazionale. La storia del Comandante Giacca e dei fatti di Porzus rappresentano la contraddizione tra il campo proletario e il campo borghese nella lotta al fascismo. Difenderne la memoria e rivendicare quei fatti significa schierarsi con chi ha lottato contro il nazifascismo in una prospettiva rivoluzionaria e significa riappropriarsi della memoria di classe come patrimonio per la lotta di oggi.

Alleghiamo l’opuscolo edito nel 2005 con L’intervista integrale al Comandante Giacca
scarica pdf

Share.

Comments are closed.