Figli della stessa rabbia!

0

12 dicembre 2018

Ieri ci ha lasciato un compagno, un proletario, un lavoratore edile.. uno dei nostri! Un musicista che, da sempre, ha speso parole e note di lotta al fianco degli oppressi e in solidarietà a chi viene colpito dalla repressione di Stato. Parole e note che, in tanti anni, hanno tenuto in alto l’antifascismo, la lotta di classe e l’internazionalismo proletario concreto, come quello degli ultimi anni a favore delle popolazioni del Donbass, volutamente dimenticate dai media.
Parole e note che passano da una generazione ad un’altra, perché FIGLI DELLA STESSA RABBIA, come Sigaro.

Hasta la Victoria siempre!

Nel pomeriggio di 49 nove anni fa scoppiavano le bombe fasciste a piazza Fontana e a Roma, provocando 16 morti e decine di feriti.
Lo Stato borghese inaugura così la “strategia della tensione”; stragi, tentativi di golpe e omicidi di stato si susseguirono per tutti gli anni 70, mostrando in maniera indelebile come l’azione fascista rientrasse nei disegni strategici della borghesia. Ricordare oggi quegli anni significa ricordare fino a che punto si sono spinti i padroni per mantenere intatti i loro profitti ed il loro potere di fronte ad una società in fermento ed al divampare dei contenuti rivoluzionari tra le masse operaie e studentesche. 

Esprimiamo la rabbia per quel giorno con le note di Sigaro!!

Share.

Comments are closed.