Giornata di protesta in Acciaierie Venete

0

Oggi, 18 Maggio, è stata una giornata importante. Fuori da Acciaierie Venete stamattina un grossa presenza di operai di tutte le fabbriche della provincia di Padova ha espresso la propria solidarietà e la propria rabbia per quanto avvenuto domenica scorsa. Certo, si può e si deve fare molto di più. Ma in giornate come queste si coltiva la solidarietà di classe e si mettono le basi per ricostruire quei rapporti di forza necessari per opporsi alle politiche lacrime e sangue che la borghesia vuole imporci. La battaglia per azzerare i rischi dentro le Acciaierie come negli altri luoghi di lavoro è lunga. Padron Banzato ha ventilato la possibilità di mettere gli operai in cassaintegrazione fintanto che non riprenderà la normale attività lavorativa. Questa opzione non deve passare. Perché i lavoratori e la collettività devono pagare le conseguenze derivanti da infami scelte aziendali?
Inoltre, i lavoratori pretendono giustamente di tornare a lavorare senza il rischio che accada nuovamente quanto avvenuto. Quindi con un cambio di direzione nel modo di operare nella movimentazione della siviera.
Insomma stamattina non è stato che l’inizio di un lungo braccio di ferro, nel quale gli operai di acciaierie avranno bisogno del sostegno di tutti.
Non è che l’inizio. La lotta continua.

Facebook: Il Picchetto

Share.

Comments are closed.