Gli incidenti sul lavoro sono una menzogna dei padroni!

0

Apprendiamo con rabbia dell’ennesimo omicidio sul posto di lavoro.
Dopo Milano, nel Veneto adesso tocca a Livorno piangere altri operai. Quasi 150 lavoratori caduti dall’inizio del 2018. I padroni e la loro stampa parlano di “tragedia”, “fatalità”, “incidente”, ma noi sappiamo che non c’è nulla di casuale. Questi morti sono il prodotto della fame di profitto dei capitalisti che in questa fase di crisi tagliano prima di tutto sulla sicurezza. Questi morti sono il prodotto del precariato e della paura di perdere il posto di lavoro se segnali le deficienze sulla sicurezza. Questi morti sono una strage annunciata, quando a comandare nelle fabbriche e negli stabilimento sono la produttività e i ritmi tirati al massimo. I sindacati annunciano gli ennesimi “mini scioperi”, quando ormai non c’è altra strada che bloccare tutto e farla finita con questo sistema che produce solo morte, fame e miseria. La crisi del capitalismo continuiamo a pagarla noi, nel migliore dei casi con il portafoglio e, nel peggiore, con la vita.

Basta morti sul lavoro!
Basta piangere operai caduti!
Che a piangere inizino ad essere i padroni!

Share.

Comments are closed.