Iniziativa contro il Giro d’Italia con partenza da Israele

0

Giovedì 22 Marzo al FOA Boccaccio
Via Rosmini 11, Monza

ore 20.00 Buffet
ore 21.00 Presentazione della campagna nazionale contro il Giro d’Italia, proiezione di un video sulla rivolta in corso in Palestina e dei collegamenti in diretta con dei palestinesi

 

Iniziativa contro il giro d’Italia. Crediamo sia una scelta faziosa e strumentale, quella della RCS Mediagroup S.P.A., di far partire l’edizione 2018 del Giro d’Italia da Israele, dove si svolgeranno le prime tre tappe: Gerusalemme, a seguire Haifa e Tel Aviv e per finire una tappa che attraverserà il deserto del Negev.

Questo tipo di eventi – e lo dimostrano anche i 4 milioni di euro stanziati da Israele per gli organizzatori del Giro (cifra più alta mai versata) – rientrano in una precisa strategia che ha lo scopo di presentare uno stato colonialista come una democrazia ricca di cultura e modernità per ripulirne l’immagine a livello internazionale. Immagine macchiata dagli orrori compiuti in 70 anni di occupazione che hanno visto violenti operazioni militari, rastrellamenti, uccisioni, arresti di uomini, donne, anziani e persino minori, abusi, il furto delle terre e dell’acqua, la costruzione del muro dell’Apartheid. Violenze che i colonizzatori chiamano “diritto a difendersi” mentre nella pratica si traducono nel “diritto ad occupare”. Violenze che, è facile prevedere, il Giro d’Italia non solo non mostrerà ma si propone di celare.

Contro l’Occupazione sionista della Palestina!

No allo sport-washing della barbarie contro il popolo palestinese!

No alla partenza del Giro d’Italia 2018 in Israele!

Appello per la campagna nazionale
Appello per la campagna internazionale

Share.

Comments are closed.