Nella battaglia di Dien Bien Phun la Resistenza vietnamita sconfigge i francesi, 1954

0

Memoria di Classe
13 Marzo 1954 Vietnam

Nella battaglia di Dien Bien Phun la Resistenza sconfigge gli invasori francesi.

I comunisti del Viet Minh (Lega per l’indipendenza del Vietnam) sferrò l’attacco impadronendosi velocemente delle avanguardie ed avvicinandosi al campo base francese in maniera tale da poterlo bombardare pesantemente. Ebbe luogo, allora, un’epica battaglia destinata a durare quasi due mesi a conclusione della quale, il 6 Maggio, Dien Bien Phu cadde nelle mani del Viet Minh. Per i francesi rappresentò una vera e propria disfatta.

L’esito della battaglia influenzò l’andamento dei negoziati fra le due parti in lotta in corso alla conferenza di Ginevra circa il futuro dell’Indocina francese, portando alla fine della guerra e alla firma degli accordi di pace di Ginevra del 21 luglio 1954, in base ai quali la Francia dovette accettare di ritirare le proprie truppe dall’intera Indocina francese, perdendone completamente il controllo.  Il Vietnam venne diviso temporaneamente (in attesa delle elezioni generali che si sarebbero dovute tenere nel 1956) lungo il 17º parallelo, a nord del quale si costituì la Repubblica Democratica del Vietnam, governata dai comunisti del Viet Minh, e a sud si insediò un governo retto, almeno formalmente, dall’ex imperatore Bao Dai, che l’anno seguente venne esautorato dal primo ministro Ngo Dinh Diem, che si autoproclamò presidente della Repubblica del Vietnam costituita sul territorio vietnamita a sud del 17º parallelo. Gli USA appoggiarono il governo del Sud, che si oppose agli accordi, supponendo che Ho Chi Minh dal Nord avrebbe vinto le elezioni. Ciò diede inizio alla competizione per l’intero Vietnam, che sarebbe poi sfociata nella guerra del Vietnam.

Share.

Comments are closed.