Sciopero di 24 ore degli operai del gruppo Ilva, 2017

0

Memoria di Classe
9 Ottobre 2017, Italia

Si svolge lo sciopero di 24 ore degli operai del gruppo Ilva a seguito della lettera di esubero per oltre 4 mila lavoratori e di riassunzione dei restanti 10 mila in regime Jobs act. Gli operai dimostrano così la loro volontà di opporsi al piano di ristrutturazione promosso dal gruppo Arcelor-Mittal-Marcegaglia. L’adesione in tutti gli stabilimenti è totale, in particolare a Genova, dove più di un migliaio scendono in corteo e a Taranto si ferma tutto lo stabilimento. Uno sciopero che mette in allarme il governo, costringendo il ministro Calenda a far saltare l’incontro previsto per lo stesso giorno tra sindacati, azienda e governo per discutere il piano. La partita sull’Ilva, la più grande ristrutturazione industriale in Italia, è tenuta aperta dalla combattività e dall’unità operaia.

“Nessuna ricchezza può recare vantaggio ai capitalisti se non trovano degli operai disposti ad applicare il loro lavoro agli strumenti e ai materiali che essi posseggono e a produrre nuove ricchezze. Quando gli operai sono isolati gli uni dagli altri di fronte ai padroni, rimangono degli autentici schiavi e lavorano eternamente per un tozzo di pane per conto di un uomo a loro estraneo, rimangono eternamente dei salariati docili e muti. Ma quando gli operai proclamano insieme le loro rivendicazioni e rifiutano di sottomettersi a colui che ha il portafoglio gonfio, allora essi cessano di essere degli schiavi, diventano degli uomini, cominciano ad esigere che il loro lavoro non serva soltanto ad arricchire un pugno di parassiti, ma dia la possibilità a coloro che lavorano di vivere da uomini.”

Lenin, Sugli scioperi, 1899

Share.

Comments are closed.