Vince il No all’abrogazione della legge 194, 1981

0

Memoria di Classe
17 maggio 1981, Tutta Italia

Con un grande risultato al referendum sull’aborto vince il No all’abrogazione della legge 194, frutto di un formidabile ciclo di lotte in cui le donne sono state le protagoniste.

Ancora una volta la lotta e l’unità delle donne pagano: dal 1978 è riconosciuto il diritto a decidere del proprio corpo, potendo scegliere per un aborto libero e gratuito (entro i primi 90 giorni di gestazione) nelle strutture sanitarie pubbliche sul territorio nazionale. Una conquista tale solo dopo anni di denunce delle migliaia di aborti clandestini che minano la salute e la vita stessa delle donne, anni di manifestazioni, occupazioni, arresti e repressione poliziesca perché ad essere messi in discussione erano l’intero sistema capitalista e la sua impostazione patriarcale in cui la donna è doppiamente sfruttata.
Una conquista, quella della legge 194,che i clerical-fascisti ciclicamente cercano di attaccare, nel tentativo di sottrarre un diritto alle donne e che, invece, oggi va difesa e soprattutto applicata, reclamando l’espulsione di tutti i medici obiettori dagli ospedali pubblici.

Share.

Comments are closed.