Vittoria di Stalingrado, 1943

0

Memoria di Classe
2 febbraio 1943, Stalingrado.

Con la resa della VI Armata del Feldmaresciallo Friedrich Paulus termina la battaglia di Stalingrado. Le sorti della secondo guerra mondiale si ribaltano grazie al sacrificio del popolo sovietico. Con la vittoria sovietica a Stalingrado per la prima volta fu dimostrato che i nazisti potevano essere sconfitti, infondendo fiducia e speranza alla Resistenza di tutti i popoli del mondo.

Canto d’amore a Stalingrado

[…] Città, città di fuoco, resisti finché un giorno
arriveremo, indiani naufraghi, a toccare le tue muraglie
con un bacio di figli che speravano di tornare.

Stalingrado, non c’è un Secondo Fronte,
però non cadrai anche se il ferro e il fuoco
ti mordono giorno e notte.

Anche se muori non morirai!

Perché gli uomini ora non hanno morte
e continuano a lottare anche quando sono caduti,
finché la vittoria non sarà nelle tue mani,
anche se sono stanche, forate e morte,
altre mani rosse, quando le vostre cadono,
semineranno per il mondo le ossa dei tuoi eroi,
perché il tuo seme colmi tutta la terra.

Pablo Neruda

Share.

Comments are closed.